Coronavirus, paura anche sui mercati
Il virus cinese influenza l’economia mondiale

Retailer News

Retailer News

28 January
2020

viaggiatori-cina-con-mascherina

Il mondo è più che mai interconnesso e le ripercussioni del coronavirus si fanno sentire in diversi settori.

Tra le principali conseguenze della nuova epidemia vi sono le ripercussioni sul mercato azionario, la corsa a beni di rifugio e ai titoli di stato da parte degli investitori, per far fronte a una realtà di cui non si conosce ancora l’entità.
Il valore azionario delle aziende produttrici di beni di lusso subisce un calo generale, i cinesi infatti rappresentano oltre il 35% delle vendite globali di questa categoria di beni. Secondo Reuters, inoltre, le aziende che risentiranno di più di questo periodo di isolamento della Cina saranno quelle che contavano di recuperare proprio su questo mercato le perdite dovute ai disordini di Hong Kong.

Il coronavirus è destinato a influenzare negativamente diversi settori, tra i quali la moda. A preoccuparsi sono le aziende che acquistano merci e prodotti dalla Cina. Negli States gli importatori di calzature si aspettano tempi di consegna molto più lunghi del solito.

Karen Giberson, CEO di Accessories Council, in un commento raccolto da Footwear News, ha sottolineato l’importanza di sviluppare una supply chain diversificata: “Una catena di approvvigionamento con una sola provenienza rende le aziende molto vulnerabili. D’altro canto, lavorare con nuove fabbriche può richiedere molto tempo e fatica. Suggeriamo alle nostre aziende di esplorare le opzioni prima che ci sia una nuova crisi”.

Secondo il Sole 24 Ore le ripercussioni potrebbero però essere minori rispetto quelle subite dai mercati nel 2003 durante il periodo della Sars. Il commercio online dovrebbe infatti mitigare il presunto calo degli acquisti nei negozi fisici e tutelare così in parte le aziende.

Fonte: https://www.laconceria.it/

#Tags

commenti

0 thoughts on “Coronavirus, paura anche sui mercati”

Leave a reply

Required fields are marked *